Per i conti italiani non tutto va male

L’economia mondiale sta ancora rallentando. Le perduranti incertezze sui mercati finanziari, la crisi dell’Eurozona non ancora pienamente superata e i timori legati a una politica monetaria e di bilancio eccessivamente disinvolta da parte degli Stati Uniti, in un anno elettorale ove la competizione per la presidenza minaccia di risolversi al fotofinish, rappresentano i fattori determinanti della situazione.

Sull'aborto l'illusione delle cifre

La notizia è comparsa sui quotidiani come una lieta notizia. Gli aborti in Italia sono diminuiti. Le statistiche lo confermano. Nel 2011 sono scesi a 109.538, il che significa 9 mila circa al mese, 300 al giorno. Ci chiediamo: di cosa dobbiamo rallegrarci?

L'Italia salvata dalle famiglie

Per lo meno dagli anni Novanta del secolo scorso, l’Italia è assurta al ruolo di Paese superindebitato, per via di un elevato rapporto fra debito pubblico e Pil (allora inferiore, in Europa, solo a quello del Belgio; poi superiore anche a quest’ultimo, ma nel frattempo superato da quello della Grecia).

Scade l'economia basata sull'avere

 

«Serve un'economia che abbia come principale obiettivo uno sviluppo sostenibile e in cui il benessere dell'uomo sia la vera ed unica finalità. Ciò significa puntare sull’essere e non sull’avere, ossia sulla centralità della persona e non dei suoi beni materiali. Qui sta il senso più autentico del nostro vivere».

Stranieri, soli, bambini: una tragedia sconosciuta

Prima di essere invisibili sono bambini, ma in quanto tali non godono di diritti, non tutti quelli che gli spettano. Eppure vivono accanto a noi, solcano le nostre strade e cercano, come tutti, di migliorare la propria vita.

Nosiglia: le sfide della scuola oggi

La scuola? Un bene per tutti. Dalla scuola, in momenti di crisi, si può infatti dare un segnale alla politica e alla società per rilanciare la cultura e la formazione, soggetti centrali per la ripresa del Paese. L’arcivescovo di Torino mons. Cesare Nosiglia lo dice a conclusione della Settimana della scuola, sabato 13 ottobre, al Santo Volto, durante il convegno «Le parole che vanno recuperate nella scuola», al quale ha partecipato il ministro per i Beni culturali Lorenzo Ornaghi, annunciando di aver proposto alla Conferenza episcopale italiana «di promuovere una conferenza nazionale della scuola entro cui far emergere anche il contributo specifico della scuola cattolica paritaria».

Infanzia di Gesù gioiosa profezia della Redenzione

«Finalmente posso consegnare nelle mani del lettore il piccolo libro da lungo tempo promesso sui racconti dell’infanzia di Gesù». Così, con semplicità, Joseph Ratzinger-Benedetto XVI si annuncia nella premessa del nuovo libro, il terzo, sulla trilogia della vita di Gesù di Nazaret.

Delitto e castigo a Kabul

Di Atiq Rahimi, nato a Kabul nel 1962, in esilio politico a Parigi avevamo letto e ammirato «Pietra di pazienza» (Einaudi), vincitore del prestigioso Goncourt nel 2008, intensa meditazione sulla condizione femminile nel mondo afghano e islamico in generale.

I Nobel al futuro delle cellule

 

Medicina: riconoscimento alle ricerche sulle staminali adulte

Il sogno che un organismo adulto possa tornare “embrione” è sempre più una realtà. L’inglese John B. Gurdon e il giapponese Shinya Yamanaka, premiati con il Nobel per la Fisiologia e la Medicina 2012, hanno dimostrato, come scrive l’Accademia delle Scienze di Stoccolma, che le cellule mature, già diventate tessuti, possono essere riprogrammate per diventare immature, cioè capaci di specializzarsi in cellule cardiache, cerebrali, epatiche o altro tessuto del corpo. Le ricerche dei due scienziati, condotte autonomamente a distanza di quasi mezzo secolo, fanno intravedere il momento in cui si conoscerà la causa di malattie come il cancro o l’Alzheimer, si potrà riparare tessuti danneggiati e avere organi “di ricambio”. Forse ci vorranno decenni, ma la strada è aperta.

L'Italia 2.0 fra i sogni e la realtà

 Il recentissimo decreto–legge varato dal governo e contenente «ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese», subito significativamente ribattezzato «Sviluppo 2.0» contiene, nelle misure che costituiscono la cosiddetta Agenda digitale italiana, alcuni mutamenti potenziali che non appare eccessivo definire rivoluzionari.

Una Settimana su giovani e famiglia

 

A cinquant’anni dal suo inizio, il Concilio vaticano II continua a far discutere. Se tale attenzione conferma la portata epocale di un evento che ha cambiato in modo rilevante il cattolicesimo, questo confronto, a tratti acceso, pone interrogativi che superano il ristretto campo del dibattito tra gli storici.

Ripartire dalla scuola

 

Ripartire dalla scuola, comunità che accoglie, fa crescere, educa. Recuperare le parole perdute – legalità e gratuità, libertà e responsabilità, solidarietà e amicizia – per affrontare la crisi con coraggio e fiducia. Imparare dai ragazzi e dai loro insegnanti che ogni giorno costruiscono una fetta di futuro. Perché il futuro del nostro Paese passa anche dai banchi di scuola.

Ma per i tradizionalisti il dissenso è continuato

 A cinquant’anni dal suo inizio, il Concilio vaticano II continua a far discutere. Se tale attenzione conferma la portata epocale di un evento che ha cambiato in modo rilevante il cattolicesimo, questo confronto, a tratti acceso, pone interrogativi che superano il ristretto campo del dibattito tra gli storici.

Quei grandi rifiuti

  

Pubblicare un libro è sempre più facile, da quando Internet è diventato un canale di comunicazione mondiale e per i milioni di scriventi si sono moltiplicate le occasioni e le possibilità di apparire. In Italia diminuiscono ogni anno i lettori e soprattutto i libri acquistati, sia per la crisi economica sia per la crescita degli e-book, dei libri elettronici, mentre è possibile scaricare on line tutte le storie che ciascuno ha in mente.

Vangelo e matrimonio per rinascere

 

A cinquant’anni dal suo inizio, il Concilio vaticano II continua a far discutere. Se tale attenzione conferma la portata epocale di un evento che ha cambiato in modo rilevante il cattolicesimo, questo confronto, a tratti acceso, pone interrogativi che superano il ristretto campo del dibattito tra gli storici.

Condividi contenuti

SIR | Avvenire.it | FISC

PRELUM Srl - P.I. 08056990016