L'aspirapolvere dello spazio

 

Un piccolo satellite, dotato di lunghe braccia meccaniche, per ripulire lo spazio dai rottami vaganti su diverse orbite. Da tempo se ne parla, ma un progetto di ideazione svizzera si appresta a farlo diventare realtà.

Nelle mani degli Usa

I recenti esercizi previsionali, resi pubblici dall’Unione europea, dalla Bce e, per l’Italia, dall’Istat, sono apparsi particolarmente negativi in quanto stimano, per il nostro Paese, una variazione negativa del Pil anche nel prossimo anno, dopo un 2012 che dovrebbe chiudersi con una caduta produttiva compresa tra il 2,2 e il 2,4 per cento.

La crescita: sintomi e condizioni

 

Il dato delle elezioni siciliane ha dato conferma di quella che era ormai più che un’impressione, ovvero della sfiducia più che della disaffezione degli elettori nei confronti dei potenziali governanti; sfiducia alimentata dalla convinzione che chiunque venisse eletto avrebbe finito col fare più o meno le stesse cose senza generare davvero condizioni di progresso e di miglior benessere per tutti.

Tra Fiat e Fiom conflitto dannoso

 Nello stabilimento Fiat di Pomigliano si sta aprendo un conflitto di cui, in questi frangenti di crisi generalizzata, si sarebbe davvero fatto a meno. Risulta peraltro poco comprensibile la reazione dell'azienda, che a Pomigliano ha scelto di mettere in mobilità 19 operai per fare spazio, come stabilito dall'ordinanza della Corte d'appello di Roma, alle riassunzioni di altrettanti lavoratori iscritti alla Fiom, che avevano presentato ricorso per presunta discriminazione.

Famiglia, sola garanzia del futuro

 

Visto da lontano, il quadro del welfare italiano non è molto diverso da ciò che già si conosce. Una società che invecchia, lo spauracchio della precarietà, il difficile inserimento lavorativo delle donne, che si complica quando diventano madri, è ciò che gli studi registrano continuamente.

Templari a Torino: trovate le prove

 

Ci sono luoghi carichi di storia e ricchi di suggestioni, e ci sono persone che sanno interrogare il passato. Uno di questi luoghi è il Monte dei Cappuccini a Torino, una di queste persone è padre Luca Isella, che dal 1987 studia la storia di questo Monte. Lo chiamano Monte, in realtà è una collinetta sul lato destro del Po, che per la sua posizione, che domina le vie d'accesso a Torino, ha avuto nei secoli grande importanza strategica, ben prima che i cappuccini vi si insediassero nel 1583 per volontà di Carlo Emanuele I duca di Savoia.

Cortazar diario di viaggio

 

Si può fare un viaggio in autostrada di ottocento chilometri mettendoci più di un mese e trascorrendo quasi tutto il tempo nelle aree di sosta?

Luria, la degna vita di un Nobel

 

Nella scienza, disciplina per sua natura esatta, le scoperte e le invenzioni “casuali” sono tutt’altro che infrequenti. Poche volte, però, la realtà supera la fantasia come nella vita e nelle ricerche (e nell’intuizione collegata alle slot-machine) di Salvador E. Luria, l’italo-americano nato cent’anni fa, definito “il Darwin dei batteri” e premio Nobel per la Medicina nel 1969, al quale di recente l’Archivio storico dell’Università, l’Accademia di Medicina e l’Accademia delle Scienze di Torino hanno dedicato un convegno.

Obama i suoi sogni e il mondo

 

Nel suo discorso di ringraziamento agli elettori che gli hanno assicurato altri quattro anni di presidenza degli Stati Uniti, Barack Obama ha parlato di un’America «generosa, compassionevole e tollerante», unita, consapevole dei suoi problemi, ma anche orgogliosa dei suoi sogni; e Mitt Romney, nell’accettare la sconfitta dal palco repubblicano di Boston, ha detto di «pregare» perché il vincitore «abbia successo».

Il 3 per cento sui ricchi imposta-fantasma

 

Si poteva certamente prevedere che con l’approssimarsi della fine della legislatura e l’avvio della campagna elettorale il cammino del governo tecnico si sarebbe fatto difficile, e che le forze politiche avrebbero cercato, per motivi legati alla cattura del consenso, di distinguersi sempre più dai provvedimenti dell’esecutivo.

Il terremoto siciliano e Berlusconi

 

Una diserzione di massa dalle urne. L’elezione di Rosario Crocetta, già sindaco di Gela e deputato europeo, a governatore della Sicilia, ma con poco più del 30 per cento dei voti confluiti sul candidato della coalizione Partito democratico-Unione di centro.

Via 36 Province vantaggi e dubbi

Trentasei Province in meno. Questo il risultato del decreto legge che sarà esaminato nel primo Consiglio dei ministri di novembre. Una scelta obbligata dovuta alla crisi economica, che impone un ridimensionamento della spesa statale.

Cala la mortalità infantile: avanti così

 La mortalità infantile si può (e si deve) azzerare. Il nuovo Rapporto 2012 dell’Unicef, «Committing to Child Survival: A Promise Renewed», evidenzia una generale diminuzione del livello di mortalità infantile: lo scorso anno erano 22 mila i bambini sotto i cinque anni che morivano ogni giorno, oggi sono 19 mila.

Porte aperte ai sinti e rom

Vivono ai margini delle nostre città. In campi più o meno autorizzati, ben al di sotto della soglia minima di sussistenza. E sono una delle minoranze più grandi e discriminate d’Europa. Un popolo giovane e di vita breve, capro espiatorio da sempre, fino alle sterminio nazista del secolo scorso. Un piccolo popolo con molti bambini, che rivela la disumanità di una convivenza che vuol dirsi civile, ma lascia nella miseria più nera e nell’emarginazione più amara i suoi figli.

Tutti siamo la storia

La storia è nota. In un’antica favola africana si narra di una foresta in fiamme e degli animali che fuggono spaventati. L’unico che non scappa, ma torna addirittura indietro con una goccia d’acqua nel becco è un piccolo colibrì. Il leone, che della foresta è il re, gli chiede sarcastico: «Ma cosa credi di fare, non vedi che la foresta sta bruciando?». Risponde serio il colibrì: «Faccio la mia parte».

Condividi contenuti

SIR | Avvenire.it | FISC

PRELUM Srl - P.I. 08056990016