Vita cattolica

Don Puglisi l'antimafia col Vangelo

Padre Pino Puglisi fu ucciso il 15 settembre 1993 vicino alla sua parrocchia di Palermo, condannato a morte dai boss mafiosi per il suo impegno contro la criminalità organizzata: la sua coerenza personale, l’insistenza sull’educazione dei giovani alla legalità e la capacità di motivare altri a questo impegno lo avevano reso un “nemico” da eliminare al più presto, per riportare il pieno controllo della criminalità sul territorio.

Il vero problema? L'ateismo

Dopo la lettura dell’articolo di monsignor Giuseppe Trucco sulla situazione della Chiesa dopo il concilio Vaticano II, desidero esprimere alcuni pensieri tenuto conto della mia esperienza di oltre 52 anni di sacerdozio nella diocesi di Torino. A me sembra che il problema centrale sia quello dell’ateismo. Dobbiamo chiederci: qual’è l’idea che oggi la gente si è fatta di Dio? Come vincere l’ateismo moderno?

Radio Maria, le verità

Radio Maria, tra terra e cielo. Non solo emittente con oltre due milioni di ascoltatori in tutta Italia, ma anche e soprattutto strumento di apostolato ed evangelizzazione. Accanto ai notiziari e alle rassegne stampa infatti tanto spazio alla preghiera e alla catechesi. Per molti è ancora la radio di Medjugorje, che il 25 di ogni mese trasmette e commenta in diretta il messaggio dal Santuario. Un emittente «speciale» dunque, sotto osservazione dei media e della Chiesa, che segue il fenomeno con occhio attento - a volte anche critico - per il suo «taglio» tutto particolare. Radio Maria ricordiamolo ha infatti avuto, e ha tuttora, i suoi amici entusiasti, ma anche i suoi critici.

I diritti dell'uomo difesi dalla Chiesa

La prima «società naturale» è la famiglia, formata da padre-madre e figli, tutte le altre società, economiche e politiche, sono venute dopo, inizialmente come estensione della famiglia, pensiamo alle tribù e alle stesse monarchie, così legate ai vincoli di sangue, fino a quando nell’età dell’Illuminismo, attraverso il travaglio della Rivoluzione francese, è venuta la Repubblica, che si radica nel popolo sovrano e si fonda sull’individuo.

Quesito: cosa può oggi la Chiesa?

Le  grandi scoperte degli ultimi 100 anni: l’energia elettrica, il petrolio, il motore a scoppio, l’automobile, l’aereo, la radio, la televisione, il cinema, l’elettronica e l’informatica, hanno creato una così rapida accelerazione all’umanità, in particolare all’Occidente, da capovolgere gli stili di vita, i convincimenti, i modi di pensare. Si può così dire che la differenza di vita tra i contemporanei di Cristo e i nostri bisnonni è meno rimarcata di quella tra i nostri bisnonni  e noi.

Torino: le porte aperte di una Chiesa fraterna

I poveri. I bambini. Gli immigrati. Nell’Anno della fede, la Chiesa di Torino apre le porte agli ultimi, ai piccoli, agli indifesi. L’impegno è di farsi sempre più vicina al «prossimo», là dove c’è bisogno. Così l’arcivescovo mons. Cesare Nosiglia, dopo aver chiesto alle parrocchie e alle famiglie di accogliere i più bisognosi, il giorno di Natale ha ospitato, lui per primo, 150 tra uomini e donne senza fissa dimora.

Card. Ruini: Dio ritorna a interrogarci

Come possiamo avere la certezza che Dio esiste? E se esiste, come possiamo essere sicuri che si interessa di noi? Fin dove possiamo spingerci con la nostra ragione e perché il Dio di Gesù Cristo dovrebbe essere la risposta più affidabile?

L'eroismo cristiano di due fratelli

«Non credevo che così lontano dal Pakistan ci fosse gente che ci pensa e prega per noi. Mi sento incoraggiato dalla vostra solidarietà». Paul Bhatti è venuto a parlare in Italia direttamente dal Pakistan: lo ha invitato l’arcivescovo di Genova, il cardinal Bagnasco, e chi in una sera freddissima di autunno inoltrato ha voluto essere presente, ha fatto molto di più che ascoltare la storia pur eroica di un uomo, di suo fratello e della sua famiglia.

La "Voce divina" più forte del male

La voce di Dio, il suo disegno sulla nostra vita personale e sociale si percepiscono là dove «le forze che agiscono non sono quelle economiche e politiche, ma quelle morali e spirituali». E «la salvezza del mondo non è opera dell’uomo – della scienza, della tecnica, dell’ideologia – ma viene dalla Grazia». Parole di forte spiritualità queste di Benedetto XVI pronunciate nel giorno dell’Immacolata concezione, nel tradizionale incontro ravvicinato con il popolo romano, e non solo.

Il Papa visto da vicino

Un Papa umile («Umile servitore della vigna del Signore), che torna alle radici del Chiesa, e che riparte dalla Sacra scrittura, dalle lettere di San Paolo. Un teologo che pone al centro del suo pontificato il rapporto «fondante» tra l’uomo e Dio. Un Pontefice che parte dal Concilio Vaticano II e tiene fede sia all’impegno ecumenico con i fratelli ortodossi e anglicani, sia al dialogo con le altre religioni. Un Pastore che è consapevole di doversi confrontare con un mondo sempre più secolarizzato e lo fa con coerenza, coraggio, credibilità. Un grande testimone della Fede, innamorato di Gesù Cristo.

Ventitré donne "storiche"

Jerome Chimy, canadese di origini ucraine, superiora generale delle Suore ancelle di Maria Immacolata, testimoni di Cristo nei paesi sotto il regime comunista, partecipò al Vaticano II con entusiasmo e determinazione, perché era il «primo coraggioso passo della Chiesa per creare uno spazio di partecipazione delle donne che andasse al di là del loro ruolo tradizionale». Madre Chimy alla domanda di un giornalista rispose: «Noi volevamo essere ascoltate, perché avevamo qualcosa da dire».

Torino, i suoi poveri

Torino tra povertà e mancanza di lavoro. «Viviamo come in una clessidra: in alto ci sono i ricchi che non hanno visto intaccati i loro beni dalla crisi e a volte li hanno addirittura incrementati, in basso ci sono i poveri che sono sempre più numerosi, considerate soprattutto le new entry, dai padri separati e magari anche esodati, ai giovani disoccupati anche se laureati, agli anziani con una pensione che non sta al passo con l’inflazione».

L'Imu e le assurdità

 

«Troveremo le soluzioni tecniche appropriate», ha assicurato il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, da Lussemburgo, subito dopo che per la seconda volta il Consiglio di Stato aveva emanato parere negativo sul regolamento del governo che specifica le modalità con cui gli enti non profit (associazioni, cooperative, enti di confessioni religiose) e con essi la Chiesa italiana, cioè le diocesi, le parrocchie, gli istituti, la Caritas, le organizzazioni benefiche, dovranno pagare l’Imu a partire dal 1° gennaio 2013.

Primarie e governo del futuro

 

Tempo di primarie per il centro-sinistra e per il centro-destra. Quelle del centro-sinistra sono già state definite nelle procedure e si terranno domenica prossima, 25 novembre. Cinque i candidati in corsa: il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, il sindaco di Firenze Matteo Renzi, il presidente della Puglia e leader di Sinistra e libertà, Nichi Vendola, l’assessore al Bilancio a Milano nella Giunta Pisapia, Bruno Tabacci, e la consigliera regionale del Veneto, Laura Puppato.

Da don Quadrio la grande lezione sul "prete buono"

Un uomo di dialogo e di cuore. Un uomo giusto (vir iustus) nel senso biblico del termine. Don Giuseppe Quadrio (1921-1963), salesiano, proclamato venerabile da papa Benedetto XVI nel dicembre 2009 e per il quale è in corso la causa di beatificazione, è stato maestro di vita e di pensiero per intere generazioni di chierici.

Condividi contenuti

SIR | Avvenire.it | FISC

PRELUM Srl - P.I. 08056990016