luglio 2013

Il Cai compie 150 anni d'amore per la montagna

L’idea di fondare una società alpinistica nazionale nasce il 12 agosto del 1863, durante la scalata al Monviso compiuta dallo scienziato e statista Quintino Sella, con tre suoi amici. Pochi mesi dopo, il 23 ottobre, nelle sale del Castello del Valentino a Torino, lui e altri appassionati fondano il Club alpino italiano, con lo scopo «di far conoscere le montagne, più specialmente le italiane e di agevolarvi le salite e le esplorazioni scientifiche».

"Stamina" e la scienza

Non si può parteggiare quando in gioco sono due valori importanti come salute e speranza;  entrambi legittimi, ma, tuttavia, non equiparabili. Chi cerca di guarire, si aggrappa alla speranza in tutti i modi; chi, invece, deve garantire la salute deve fare scelte basate sulla realtà dei fatti, usando i mezzi a disposizione. Può essere posta in questo modo la questione del metodo Stamina, se non la si vuol affrontare col pregiudizio.

Il Papa parla chiaro

Dimissioni al vertice dello Ior, la banca vaticana, al centro di contestazioni e sospetti; arresto di un prelato e complici indagati per riciclaggio; un sacerdote condannato per pedofilia e sospeso a divinis chiede di essere riammesso e inventa senza successo false accuse: il cammino di purificazione della curia romana è cominciato in modo clamoroso dietro i colpi di maglio di papa Francesco, proteso a una Chiesa povera per i poveri.

Un patto tra imprese e famiglie

Ricerca del profitto o del bene comune? Welfare state o welfare community? Crisi strutturale o possibilità di creare lavoro? Recessione o ripresa economica? E su tutto, la famiglia italiana: anello debole o volano per la società? Cinque domande chiave lanciate da Torino, che si conferma una volta di più città-laboratorio capace di pensare progetti di innovazione sociale, durante il convegno «Un nuovo patto sociale. Scenari e sinergie fra impresa e stakeholder per il welfare» organizzato sabato 29 giugno da Ucid (Unione cristiana imprenditori dirigenti), Università e Forum delle associazioni familiari del Piemonte, in collaborazione con la Pastorale sociale e del lavoro della diocesi, in vista della 47ma Settimana sociale dei cattolici italiani, che si terrà sotto la Mole dal 12 al 15 settembre.

Carceri affollate cosa si può fare

Carcere solo per i condannati in via definitiva, quando c’è necessità di ricorrere alla più grave forma detentiva. Questa la novità principale introdotta dal decreto carceri deciso dal governo Letta.

Le non ragioni per le nozze gay

Ricordiamo la visione biblica. Un gigante armato e poderoso che crolla per un sassolino che scende dalla montagna e lo colpisce sul piede di argilla, l’unico punto debole. I giudici della Corte suprema di Washington hanno scoperto il piede d’argilla di questa errata convinzione che si è protratta per secoli, per millenni, per epoche, insomma per tutta la storia dell’umanità, e che è stata confermata anche dalla Costituzione americana.

Non rubare: ma lo facciamo tutti...

La piazza ritrovata, anche se per una sera soltanto. La piazza centro vivo della città, con un contenuto di tutto rispetto: tutti intorno a un Comandamento. «Dieci piazze per dieci Comandamenti» è il percorso che, dal settembre scorso al prossimo ottobre, il Rinnovamento nello Spirito sta facendo in giro per l’Italia, idea certamente coraggiosa e ben sostenuta da più parti: tra gli altri, Cei e Pontificio consiglio per la nuova evangelizzazione.

Chiesa in Europa voci di speranza

«Ai leader europei chiediamo di privilegiare la dimensione sociale della politica economica». Lo chiede la Commissione delle Conferenze episcopali della Comunità europea (Comece) a chiusura della «Settimana della speranza», svoltasi a Bruxelles, mentre era in corso il Consiglio europeo incentrato sull’occupazione giovanile: «I giovani hanno studiato e si sono preparati a entrare nel mondo del lavoro e ora le porte sono chiuse.

Siamo custodi del creato divino

Avrebbe potuto essere una discussione accademica, ma non lo è stata. Merito di un pubblico attento, ma non specializzato. La presentazione, nella Biblioteca nazionale di Potenza, del volume «La relazione tra creatore, creazione e creature. Aspetti etici e pastorali» di Rosanna Vinci, organizzata dall’istituto in collaborazione con la direzione regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Basilicata e la Regione, è stata l’occasione per riflettere sulla creazione come identità dell’esistenza e prospettiva per l’uomo.

Voci dietro le grate

Il ricordo va alla famosa trasmissione radiofonica di Sergio Zavoli di più di mezzo secolo fa, «Dietro le grate», che diede voce e risonanza al misterioso mondo delle monache di clausura. Oggi in un certo senso ne abbiamo un seguito nelle «Voci dal chiostro» dello scrittore Pasquale Maffeo (con prefazione di Marco Beck), edito dalle Edizioni Ancora.



SIR | Avvenire.it | FISC

PRELUM Srl - P.I. 08056990016